Ricordo di Paolo Perduca

[indietro]

Questa mattina abbiamo appreso della tragica scomparsa di un amico, il musicista tortonese Paolo Perduca. Il fatto ci addolora profondamente, nonostante nessuno dei musicisti e collaboratori della nostra associazione conoscesse personalmente Paolo. I contatti sono avvenuti via email o telefonicamente, ma noi tutti (musicisti e pubblico) abbiamo apprezzato le sue doti di compositore e arrangiatore grazie alla sua "Lullaby for Sam", bella composizione finalista per la ultima edizione del nostro concorso "Scrivere in Jazz", eseguita dalla nostra Orchestra durante le serate finali lo scorso settembre qui a Sassari e lasciataci quasi in eredità. Paolo non aveva potuto assistere personalmente ai concerti finali del concorso (in sua rappresentanza c'era sua madre ed il fratello Egidio) per motivi di lavoro: oltre che un arrangiatore era anche un musicista piuttosto impegnato in concerti e quindi spesso in viaggio tra un concerto e l'altro. Ed è durante uno di quei viaggi, di ritorno da una delle tante serate, nella notte tra il 22 ed il 23 ottobre, che Paolo è venuto a mancare. Su Paolo Perduca riportiamo un ricordo del nostro collaboratore Roberto Soggiu. "Non dovrebbero esserci parole, in un momento come questo, se non la consolazione di essere stati in contatto con Paolo. Non dovrebbero, ma ci sono. Non ci siamo mai incontrati personalmente, io e Paolo, ma abbiamo scambiato telefonate e tante e-mail, così che era nata una bella amicizia con una persona splendida. Paolo aveva partecipato al concorso organizzato dall'Orchestra Jazz della Sardegna, e durante lo scorso mese di settembre, per impegni di lavoro, non aveva potuto essere presente alle serate finali del concorso. Ci eravamo poi sentiti un sacco di volte, anche nei primi giorni di questo mese, perchè Custodie Cautelari (il suo gruppo) avrebbe dovuto esibirsi in concerto qui a Sassari e quindi finalmente avremmo potuto incontrarci, cosa che divenne impossibile dopo la morte del fratello di uno degli organizzatori della serata. Eravamo entrambi avviliti per quanto accaduto, e, nell'ultima mail di poco tempo fa, riflettevamo su quanto il destino possa essere crudele. Appunto. Da parte dell'Orchestra Jazz della Sardegna e da parte mia volevo solo esprimere il profondo dispiacere per la perdita di una persona intelligente, buona e simpatica, oltrechè di un valido musicista." Roberto Soggiu Orchestra Jazz della Sardegna

< News Associazione Blue Note Orchestra >