JazzOp: "Jazz a Cinecittà", OJS & Marco Tiso

[indietro]

“Jazz a Cinecittà” Orchestra jazz della Sardegna Arrangiamenti e direzione: Marco Tiso. Una lunga, felice stagione del cinema italiano, quella intorno alla nascita e allo sviluppo della "commedia all'italiana", ha annoverato spesso tra i suoi sapori più caratteristici e particolari il jazz. Tutto nacque forse da "I soliti ignoti" di Monicelli, e dal felice utilizzo del commento sonoro jazzistico di Piero Umiliani; da quel momento, il jazz ha avuto per lungo tempo un suo spazio nel cinema italiano. Musicisti come Trovajoli, Piccioni e lo stesso Umiliani, pur avendo all'attivo colonne sonore di tutti i generi, sono comunque, in origine, musicisti di jazz, così come grandi interpreti di questo linguaggio sono alcuni degli straordinari solisti che riconosciamo in quelle incisioni, da Chet Baker a Gato Barbieri ad Helen Merril , fino alle prime prove degli allora giovanissimi Enrico Pieranunzi, Giovanni Tommaso, Enrico Rava, Bruno Biriaco, Franco D'Andrea. Per ricordare il connubio che unì il grande artigianato cinematografico italiano a quello, altrettanto grande, della musica di ispirazione jazzistica, si vuole riproporre il materiale dell'epoca, arrangiato dal compositore e musicista romano Marco Tiso con rigore quasi filologico, e prendere spunto dai temi originali per una personale elaborazione da parte dei musicisti dell'Orchestra Jazz della Sardegna, che si esibiranno a Sassari in due concerti, diretti dallo stesso Tiso, nei giorni 16 e 17 Maggio 2005. Il programma dei concerti verterà sulle rielaborazioni di celeberrimi brani tratti dalle colonne sonore di film quali "I soliti ignoti" e "Urlatori alla sbarra" (con musiche di Piero Umiliani), "La vita Agra", "Un italiano in America" e "Fumo di Londra" (musicati da Piero Piccioni), "Il sorpasso" (musiche di Riz Ortolani) e "Sette uomini d'oro" (musiche di Armando Trovajoli), tra gli altri. MARCO TISO Marco Tiso è nato a Roma nel 1956. Ha studiato composizione con G. Piazza al Conservatorio Santa Cecilia di Roma, approfondendo il linguaggio jazzistico con Enrico Pierannunzi e Bruno Tommaso. Ha vinto il concorso di arrangiamento e composizione “Barga Jazz” nel 1989 e nel 1991 il concorso di Sassari “Scrivere in Jazz” organizzato dall'Associazione Blue Note Orchestra, di cui L'orchestra Jazz della Sardegna è propaggine principale . In entrambe i concorsi ha più volte fatto parte della giuria. Musicista interessato ai linguaggi più diversi, ha scritto per gruppi strumentali e vari organici, tra cui l’Orchestra di musica leggera della RAI, il Gruppo Italiano Ottoni, la Gil Evans Orchestra, le Orchestre Sinfoniche della Provincia di Bari e del Teatro Massimo di Palermo. Arrangiatore e direttore d’orchestra in vari ambiti, ha collaborato dal 1986 con Bruno Biriaco, Piero Pintucci, per la realizzazione di numerose produzioni televisive.

< News Associazione Blue Note Orchestra >