Serate finali per Scrivere in Jazz 2010

[indietro]

SCRIVERE IN JAZZ 2010 (XI edizione)

SASSARI PALAZZO DI CITTA’
 16 - 18 SETTEMBRE
Ore 21.00

 

Dal 16 al 18 settembre, scatta la fase finale e più intensa dell’undicesima edizione del concorso internazionale di composizione ed arrangiamento “Scrivere in Jazz”, che l’Associazione Blue Note Orchestra organizza fin dal 1991, con il contributo del Comune di Sassari, della Regione Sardegna, del Ministero per i Beni Culturali e della Fondazione Banco di Sardegna.

“Scrivere in Jazz” è nato per consentire a compositori di qualunque estrazione artistica e provenienza geografica di misurarsi con il jazz e di confrontarsi con la musica etnica della Sardegna attraverso la composizione di brani ed arrangiamenti per un organico orchestrale di 18 elementi.

La manifestazione (biennale), unica nel suo genere in Italia, è divisa in tre sezioni:

·          Sezione A: composizioni basate o ispirate ai temi della musica etnica della Sardegna; (il tema col quale i compositori si sono misurati è, per quest’edizione, quello dei Gosos);

·          Sezione B: composizioni originali libere;

·          Sezione C: esecuzione: canto.

Anche per quest’edizione, come per la precedente, la sezione C, nelle passate ultime edizioni dedicata alla sonorizzazione di cortometraggi, è stata riservata ai cantanti. La formula ha ottenuto un grande successo, e decine di cantanti hanno sottoposto le proprie performance ad una commissione, formata da Barbara Casini, Ada Montellanico e Giorgio Gaslini, che ha selezionato le sei migliori.

E’ proprio con le esecuzioni dei cantanti che si apre, giovedì 16 al Palazzo di Città di Sassari, la fase conclusiva del concorso. Accompagnate dall’Orchestra Jazz della Sardegna, le sei cantanti semifinaliste si eseguiranno due brani: uno d’obbligo,  scritto dal Maestro Giorgio Gaslini,  ed un altro assegnato a ciascuna e scelto tra una rosa di otto standard selezionati da Marco Tiso, direttore ospite delle tre serate del concorso.

Anche quest’anno si riconferma la supremazia femminile; sono infatti tutte donne ad aver superato la fase eliminatoria; i loro nomi sono Romina Capitani, di Tavarnelle Val di Pesa (provincia di Firenze), Elena Mindru, proveniente dalla Romania, la sassarese Pina Muroni, Alessia Obino di Padova, Simona Severini di Gorgonzola (provincia Milano) e Virginia Viola, proveniente da Pescantina (Verona).

Venerdi 17 settembre, sempre al Palazzo di Città, l’Orchestra Jazz della Sardegna eseguirà le sei composizioni che sono state ritenute le migliori dalla commissione selezionatrice, formata dai musicisti e compositori Mario Corvini, Kari Ikonen e Paolo Silvestri. Tre composizioni sono state ammesse alle finali nella sezione A, dedicata alla tradizione musicale della Sardegna: “Ogsos” di Oscar Del Barba, proveniente da Sovere (provincia di Bergamo) “Flying Over Gocius de Santu Micheli” del romano Gianni Savelli, e “Gosos” dell’astigiano Gianni Virone. Sono tre anche le composizioni finaliste per la sezione B, dedicata alle composizioni originali libere, con un inedito en plein di compositori stranieri: i finalisti  sono infatti il viennese Johannes Berhauer, autore di “Falling”, la giapponese Sakiko Masuda con “Again” ed il francese Romain Thivolle, autore di “Harlem Speaks”.  La serata di venerdì sarà completata dalle esibizioni delle tre cantanti che avranno superato la semifinale della serata precedente ed eseguiranno, oltre ai brani già cantati con l’OJdS nella semifinale, un brano scelto tra una rosa di 20, accompagnate dalla sezione ritmica dell’Orchestra.

Gran finale sabato 18 settembre, con una serata divisa in due parti: aprirà la serata l’esecuzione del concerto “OJdS and Friends” progetto incentrato su arrangiamenti di composizioni di Enrico Rava, Chico Barque De Hollanda, Tunai, Mario Corvini e Stevie Wonder. Gli arrangiamenti di Paolo Silvestri, compositore, arrangiatore, direttore d’orchestra, pianista, che dirigerà l’Orchestra Jazz della Sardegna, sono modellati sulle voci delle prestigiose ospiti Barbara Casini, (senza dubbio la più importante interprete italiana di musica brasiliana; a proprio agio in qualsiasi contesto, ha collaborato con Enrico Rava con cui ha inciso il disco “VENTO” per l’etichetta francese Label Bleu, con Stefano Bollani, Giovanni Tommaso e Roberto Gatto)  e Ada Montellanico, (autrice e cantante tra le più originali e raffinate della scena jazz italiana, ha collaborato con artisti di fama internazionale tra i quali Jimmy Cobb, Lee Konitz, Paul McCandless, Enrico Pieranunzi, Enrico Rava). Le due cantanti saranno protagoniste della prima parte della serata finale, che si concluderà con l’esecuzione, diretta da Marco Tiso, e la premiazione dei brani vincitori, eletti ad insindacabile giudizio dai musicisti/compositori Mario Corvini, Kari Ikonen e Paolo Silvestri.

Le tre serate saranno presentate dal giornalista e scrittore Giacomo Serreli.  

Il montepremi messo a disposizione quest’anno ammonta a 10.000,00 Euro

Scelta precisa dell’organizzazione è di mantenere assolutamente popolari i prezzi dei biglietti.

L’ingresso per la serata di giovedi 16 è gratuito, mentre il costo per ciascuna delle due serate successive, quelle del 17 e 18 settembre, è di 10,00 Euro; l’abbonamento per le due serate ha un costo di 15,00 Euro. L’inizio dei concerti è previsto per le ore 21.00

UFFICIO STAMPA: MONICA DEMURTAS

338-7763455
monica.demurtas@libero.it
demurtas.comunicazione@Gmail.com

 

< News Associazione Blue Note Orchestra >