JazzOp 2020 - Produzioni originali ABNO

[indietro]

JazzOp 2020
Produzioni originali ABNO
XVII Edizione
----------------------------
Tullio De Piscopo, Peppe Servillo, Tim Hagans, Costanza Alegiani, Andrea Tofanelli, Woodstore, Gabriele Comeglio,  Marco Tiso e Luigi Giannatempo sono i protagonisti della diciassettesima  edizione della rassegna di produzioni originali “JazzOp”, organizzata dall’Associazione Blue Note Orchestra (ABNO) con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Sassari, dell’Assessorato alla Cultura della Regione Sardegna, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Fondazione di Sardegna.  

Sono quattro le
produzioni originali scritte e arrangiate appositamente per l’Orchestra Jazz della Sardegna (OJS), organico orchestrale unico in Sardegna e tra i pochissimi in Italia, che festeggia quest’anno trenta anni di attività, proseguendo così il processo di arricchimento di un repertorio che in trent’anni si è fatto sterminato. La rassegna ha presentato nelle precedenti edizioni produzioni commissionate ad artisti come Carla Bley, Gabriele Comeglio, Mario Corvini, Giorgio Gaslini, Maurizio Giammarco, Bob Mintzer, Bruno Tommaso, Pietro Tonolo, Perico Sambeat, Colin Towns.

Prosegue la collaborazione tra l’Associazione Blue Note Orchestra e il Conservatorio di musica L.Canepa di Sassari. I trombettisti Andrea Tofanelli e Tim Hagans, in occasione della loro presenza a Sassari, terranno due masterclass ad uso e consumo degli studenti.

Si parte il 10 marzo alle ore 21.00, nella Sala “Pietro Sassu” del Conservatorio “L. Canepa” di Sassari, con “Omaggio a Maynard Ferguson”,un tributo al grande trombettista americano, ai più noto per la sua versione di “Gonna Fly Now”, tema del film “Rocky”. Figlio di musicisti, Ferguson si formò musicalmente in tenera età, suonando vari strumenti, ma la vera spinta all’emersione del suo talento gli fu offerta dalla militanza nell'orchestra di Stan Kenton, dove si fece subito notare la voce del suo strumento, riconoscibile per la prodigiosa capacità di gestire le note più acute ed un’emissione di rara potenza.
Ferguson successivamente lavorò nel cinema come autore di colonne sonore, e collaborò anche con Leonard Bernstein. Il progetto ideato dal trombettista Andrea ofanelli, ideale sia per la naturale scioltezza come acutista, cosa che lo accomuna timbricamente a Ferguson, sia perché ha suonato proprio con la Big Bop Nouveau Band di Ferguson. La carriera di Tofanelli è iniziata in tenera età, e tante sono le collaborazioni e le partecipazioni a programmi televisivi e a dischi e tour di Luciano Pavarotti, George Michael, Joe Cocker, tra i tanti. L’esecuzione delle composizioni, arrangiate appositamente, è affidata all'Orchestra Jazz della Sardegna diretta da Gavino Mele.


Il secondo progetto originale in scena il 7 aprile presso il Teatro Massimo di Cagliari (in collaborazione con l’Associazione “La Via Del Collegio” di Cagliari) e l’8 aprile sempre alle ore 21.00 al Teatro Comunale di Sassari sarà “Di cosa vive l’Uomo? - La Musica di Kurt Weill", esplorazione dell'affascinante repertorio del compositore tedesco, universalmente conosciuto per la meravigliosa collaborazione con Bertold Brecht ne "L'Opera da Tre Soldi". Ma buona parte della sua produzione è inscindibile dall'elemento teatrale, che viene esaltato in questa produzione dalla presenza di Peppe Servillo. Musicista e attore, il leader degli Avion Travel collabora con i migliori jazzisti italiani (Fabrizio Bosso, Danilo Rea, Javier Girotto e Roberto Gatto, tra gli altri) nel progetto “Uomini in Frac” dedicato a Domenico Modugno, e ben conosce l'interazione tra suono e movimento scenico, tra gesto e musica, in onore all'impostazione di Weill. La voce di Servillo non sarà l'unica; in un dialogo di armonie non solo vocali, il musicista partenopeo interagirà con la cantante Costanza Alegiani. Gli arrangiamenti di Luigi Giannatempo sono stati scritti appositamente per l'organico dell'OJS, che sarà diretta per l’occasione da Marco Tiso.


Sarà Tullio De Piscopo con il progetto “Tempo!” il protagonista del concerto-evento del 19 maggio alle ore 21.00 presso il Teatro Comunale di Sassari. De Piscopo condividerà il palco con l’Orchestra Jazz della Sardegna diretta dal sassofonista Gabriele Comeglio che ha curato anche gli arrangiamenti. L’artista napoletano proporrà al pubblico un concerto antologico nel corso del quale rivisiterà la sua lunghissima carriera di straordinario solista e inimitabile showman. Gli spettatori ascolteranno gli storici assoli di Tullio, pezzi di grande successo tratti dal suo repertorio pop e intramontabili standard jazzistici. Classe 1946, nato in una famiglia di musicisti, Tullio ha ascoltato fin dalla tenera età i dischi di Charlie Parker, Miles Davis, Kenny Clarke, Art Blakey e Max Roach, avvicinandosi alla musica afroamericana. Nel corso della sua lunga e luminosa carriera De Piscopo ha suonato con un enorme manipolo di artisti, spaziando tra i generi. Numerose le sue “incursioni” anche nell’ambito della musica leggera e della canzone d’autore: da Adriano Celentano a Mina, da Enzo Jannacci a Ornella Vanoni, da Roberto Vecchioni a Fabrizio De Andrè, da Giorgio Gaber a Domenico Modugno, solo per fare qualche nome. Nel 1974 comincia a collaborare con Astor Piazzolla, con il quale incide l’album “Libertango” (a cui seguiranno altri 11 dischi e tournée in tutto il mondo). Ma il sodalizio forse più famoso è quello con Pino Daniele, nella straordinaria band (oltre a Tullio ne facevano parte Tony Esposito, Rino Zurzolo, James Senese e Joe Amoruso) che fu compagna delle migliori avventure musicali del musicista prematuramente scomparso.


JazzOp” si concluderà il 5 giugno nella Sala Sassu del Conservatorio, dove alle ore 21.00 verrà presentato il progetto “41st Parallel Rides Again!”: una produzione originale ABNO che
coinvolge l’Orchestra Jazz della Sardegna, il trombettista americano Tim Hagans ed il gruppo sardo Woodstore. Attiva sin dal 2001 la formazione vanta una serie di importanti collaborazioni (Maria Pia De Vito, Paolo Fresu, Tom Kirkpatrick, Eric Vloeimans, Andy Gravish, Flavio Boltro) e riconoscimenti internazionali, oltre alla pubblicazione di tre lavori discografici. Il progetto nasce dall’idea del Woodstore di un nuovo incontro con il trombettista americano Tim Hagans, che fu già partner della formazione sarda (Massimo Carboni al sax tenore, Mariano Tedde al pianoforte, Paolo Spanu al contrabbasso e Gianni Filindeu alla batteria) nell’album dal titolo “41st Parallel” (selezionato come "Album of the week" dal giornale inglese "The Independent" nel 2006). Varie composizioni dei cinque musicisti (tra queste Riccardo, Up, Alma, Shark, Tim’s Theme, The Red Lane) sono state arrangiate e orchestrate per l’occasione da Luigi Giannatempo e verranno dirette da Gavino Mele.

La prevendita dei biglietti verrà effettuata nei punti vendita di Sassari MESSAGGERIE SARDE Piazza Castello, 11 (tel. 079230028) e TICKETOK via Tempio, 65 (tel. 0792822015).
I biglietti per il Teatro Massimo di Cagliari saranno acquistabili anche online su www.boxofficesardegna.it  e  www.boxol.it.


“JazzOp” 2020
XVII edizione

Sassari 10 marzo ore 21.00
Sala Sassu del Conservatorio “L. Canepa” di Sassari
Omaggio a Maynard Ferguson
Andrea Tofanelli
tromba solista
Orchestra Jazz della Sardegna
Gavino Mele
direzione

----------------------

Cagliari 7 aprile ore 21.00
Teatro Massimo
Sassari 8 aprile ore 21.00
Teatro Comunale

Di Cosa Vive l’Uomo? La Musica di Kurt Weill
Peppe Servillo
voce solista
Costanza Alegiani voce solista
Luigi Giannatempo arrangiamenti
Orchestra Jazz della Sardegna
Marco Tiso
direzione

----------------------

Sassari 19 maggio ore 21.00
Teatro Comunale
Tempo!”
Tullio De Piscopo
batteria, percussioni, voce
Orchestra Jazz della Sardegna
Gabriele Comeglio
direzione e arrangiamenti

----------------------

Sassari 5 giugno ore 21.00
Sala Sassu del Conservatorio “L. Canepa” di Sassari
41st Parallel Rides Again!”
Tim Hagans tromba
Massimo Carboni sax tenore
Gianni Filindeu batteria
Paolo Spanu contrabbasso
Mariano Tedde pianoforte
Luigi Giannatempo arrangiamenti
Orchestra Jazz della Sardegna
Gavino Mele
direzione

< News Associazione Blue Note Orchestra >