tratto liberamente dalla favola di H.C. Andersen


Orchestra Jazz della Sardegna

con Massimiliano Medda e Maria Pia De Vito

 

Adattamento di Enrico Pau e Aldo Tanchis

Testi delle Canzoni di Aldo Tanchis

Regia di Enrico Pau

Musiche, arrangiamenti, direzione Giorgio Gaslini
 

Introduzione


L’opera "Il brutto Anatroccolo", scritta appositamente per il Festival Time in Jazz di Berchidda nel 1997, è stata costruita sulla fiaba di Andersen dal Maestro Giorgio Gaslini per le musiche, da Aldo Tanchis per i testi delle canzoni, e allestita con la regia di Enrico Pau.
Sulla scena, le vicende del brutto anatroccolo vengono raccontate da Massimiliano Medda, della compagnia La Pola, forte dell’esperienza nella realizzazione del progetto “Pierino e il Lupo”, realizzato per l’Ente Lirico di Cagliari.

Massimiliano Medda è l'anatroccolo. Narratore e interprete.
Maria Pia De Vito è invece l'anima triste della bestiola, quasi una fata che "legge" e guida le emozioni.
Giorgio Gaslini, autore delle musiche e direttore, per l’occasione, della Orchestra Jazz della Sardegna con l’aggiunta di un quartetto d’archi e con la voce solista di Maria Pia De Vito.

 

La favola di Andersen contiene un impressionante elemento di attualità: la diversità, discriminata e poi vincente. Ma anche tante ragioni psicologiche “moderne”. Ho suddiviso il racconto in sei sequenze che compongono un percorso drammaturgico incalzante. Ho affidato la mia partitura ad una Big Band con l’aggiunta di un quartetto d’archi, a una voce cantante ed ad una recitante. Vi sono cinque brani orchestrali-vocali ed una sequenza che privilegia il virtuosismo dell’attore solo (la terza). Lo stile musicale fa perno sul jazz allargandone la lingua alla comprensione di altre lingue e culture musicali. (Giorgio Gaslini)

(...) Giorgio Gaslini, figura di primo piano della scena musicale italiana nella veste di direttore dell'Orchestra Jazz della Sardegna, ha azzeccato una felice partitura che lieve è andata ad avvolgere in un unico bozzolo lo spettacolo sul palco di Berchidda. Gaslini, evidentemente, ama questa dimensione della big band, che riesce a governare agevolmente. Peraltro è stato il primo in Italia a credere davvero nei grandi ensemble. E il risultato è racchiuso in quei cinquanta minuti di musica che volano via troppo in fretta (...)

(...) Sei sequenze, pensate e imbastite insieme da Giorgio Gaslini, per segnare il percorso drammaturgico de Il brutto anatroccolo. Sei sequenze, sostenute amabilmente da atmosfere swing, sorprendenti flash in musica che disegnano strani giochi d’armonia andando via sulla spinta di una scintillante sezione fiati e di un altrettanto efficace quartetto d'archi (...)



L'opera "Il Brutto Anatroccolo" è stata pubblicata in compact disc per la etichetta Il Manifesto nel dicembre 2005 (vedi CD Il Brutto Anatroccolo)

Ascolta Giorgio Gaslini intervistato da Radio Classica su "Il brutto anatroccolo" (1 feb 2006)

Organico musicisti per "Il brutto anatroccolo"

 

Maria Pia De Vito, voce

Massimiliano Medda - voce recitante

Marco Ligas  Alessandra Cocco - violino

Donatella Parodi - viola

Giuseppe Fadda - violoncello

Aldo Nicolicchia  Giovanni Agostino Frassetto, Flauti

GianPiero Carta, Sax contralto e clarinetto

Dante Casu Sax contralto e clarinetto basso

Massimo Carboni, Sax tenore

Teodoro Ruzzettu Sax tenore e clarinetto

Marco Maiore, Sax baritono

Raffaele Polcino, Luca Uras, Pietro Pilo, Antonio Meloni - Trombe

Gavino MeleRoberto Chelo - Corni

Salvatore Moraccini, Emiliano Desole - Tromboni

 Maurizio Ligas - Trombone basso

 Mariano Tedde, Pianoforte

Roberto Tola, Chitarra

Alessandro Zolo - Contrabbasso

Luca Piana - Batteria

Pier Paolo Strinna - vibrafono e percussioni

Giorgio Gaslini, direzione