Associazione B.N.O. / Orchestra Jazz della Sardegna

(to) be in jazz 2022 – I Concerti Aperitivo XXI edizione

”(to) be in jazz” XXI edizione
I Concerti Aperitivo
Dal 4 al 24 dicembre 2022Sassari, Teatro Verdi

Ventunesima edizione del festival “(to) be in Jazz – I Concerti Aperitivo“, appuntamento tra i più attesi del periodo natalizio, organizzato dall’Associazione Blue Note Orchestra (ABNO) e realizzato con il contributo dell’Assessorato alla Cultura e del Turismo della Regione Sardegna, del Ministero della Cultura, della Fondazione di Sardegna ed il patrocinio del Comune di Sassari. Prosegue per il secondo anno la collaborazione artistica tra l’ABNO e la Cooperativa Teatro e/o Musica, e si ritrova, dopo due anni di pausa forzata, il gusto della convivialità grazie alla collaborazione storica con il Museo del VinoEnoteca Regionale della Sardegna di Berchidda, che quest’anno presenterà come di consueto le eccellenze di selezionati produttori ed imprenditori locali.

Per i tre appuntamenti domenicali del 4, 11 e 18 dicembre (con doppi concerti alle ore 11.00 ed alle ore 18.00) e per i due concerti natalizi, venerdi 23 dicembre alle ore 20.30 e sabato 24 alle ore 11.00, il Teatro Verdi di Sassari sarà lo scenario dell’edizione 2022 del festival “(to) be in Jazz – I Concerti Aperitivo“. Nata nel 2001 la rassegna ha ospitato, tra i tanti, Stefano Bollani, Fabrizio Bosso, Maria Pia De Vito, Paolo Fresu, Giorgio Gaslini, Rita Marcotulli, David Linx, Colin Towns, Antonello Salis, Enrico Pieranunzi, Roberto Taufic.

Questa edizione vedrà sul palco, insieme all’Orchestra Jazz della Sardegna, musicisti del calibro di Gabriele Comeglio, Susana Sheiman e Duccio Bertini, Erica Mou e Michele Corcella impegnati in tre nuove produzioni scritte ed arrangiate appositamente per l’OJS, mentre l’Orchestra Jazz della Sardegna Laboratory, sotto la direzione di Gavino Mele, sarà affiancata peri concerti natalizi dal Coro della Polifonica Santa Cecilia, diretto da Matteo Taras e con la voce solista di Denise Gueye.

Domenica 4 dicembre alle 11.00 e in replica alle 18.00 il festival si apre con “OJS Plays Art Pepper+Eleven”, omaggio ad  Art Pepper+Eleven, straordinario album del sassofonista americano Art Pepper, L’album è un autentico classico entrato nella storia del jazz sia per le esecuzioni di Pepper, che alla fine degli anni ’50  si trovava a vivere artisticamente uno stato di grazia, sia per i magnifici arrangiamenti di Marty Paich, sia per la potenza e la pienezza del suono dei grandissimi musicisti che insieme e Pepper reinterpretarono standard scritti da musicisti del calibro di Thelonious Monk, Sonny Rollins e Gerry Mulligan, tra gli altri. L’Orchestra Jazz della Sardegna fornirà lo swing e l’energia, e Gabriele Comeglio (sassofonista e direttore d’orchestra, primo italiano a diplomarsi presso il Berklee College of Music di Boston, collaboratore di Ray Charles, Stevie Wonder, Mina e Randy Brecker) soffierà nei suoi sax per far rivivere il lirismo di Pepper in questo omaggio ad uno dei suoi massimi capolavori.
Dopo il concerto delle ore 11.00, a cura del Museo del Vino, la degustazione e la presentazione dei vini della Cantina Giogantinu e delle prelibatezze del ristorante Il Covo del Conte.

Sempre con doppio appuntamento alle 11.00 ed alle 18.00, domenica 11 dicembre l’Orchestra Jazz della Sardegna presenterà “A Day in Barcelona”, progetto musicale ideato dall’arrangiatore e direttore d’orchestra Duccio Bertini (ha collaborato con artisti come Arturo Sandoval, Scott Hamilton, Fabrizio Bosso e con orchestre come la Barcelona Jazz Orchestra e l’ Orchestra Sinfonica di Valencia) in collaborazione con la cantante Susana Sheiman. Questa produzione, che comprende anche gli arrangiamenti di alcuni classici come “It Could Happen To You” o “You’ve Changed”, realizza il desiderio di Bertini di creare un contesto orchestrale che consenta di sprigionare la vocalità ricca di sfumature e le doti interpretative della cantante madrilena, ma da anni barcellonese di adozione, apprezzata dalla critica come una delle più importanti cantanti jazz spagnole.
Al termine del concerto mattutino il pubblico potrà apprezzare la degustazione dei vini della Cantina di Quartu Sant’Elena, accompagnati dagli assaggi di miele bio prodotto da Be Bees, in collaborazione con Coldiretti, Campagna Amica ed Ue.Coop

Terzo doppio appuntamento domenica 18 dicembre (ore 11.00 ed ore 18.00), con la presentazione di “A Case of You”, un omaggio alla musica di Joni Mitchell da parte dell’arrangiatore e direttore d’orchestra Michele Corcella, che ha arrangiato brani della musicista canadese per l’Orchestra Jazz della Sardegna. Emersa dalla scena del folk acustico statunitense, la Mitchell se ne è, almeno per scelte estetico/musicali, discostata presto. Infatti la sua passione per il jazz, che ne ha spesso contaminato lo stile, si è sublimata in collaborazioni con Jaco Pastorius, Pat Metheny o Michael Brecker, culminando in quella storica con Mingus per l’omonimo album, uno dei suoi fondamentali. Le meravigliose sfumature della voce di Joni saranno rese dalla compositrice e cantante Erica Mou. Autrice di musica per pièce teatrali, vincitrice del  Premio Mia Martini al Festival di Sanremo del 2012 e titolare di una discografia consistente, Erica Mou è voce limpida ed espressiva, pronta a cercare orizzonti nuovi, ideale per rendere omaggio ad un’artista straordinaria.
Dopo il concerto delle ore 11.00 il pubblico potrà apprezzare i vini della Cantina di Dolianova, ed assaggi di prodotti gastronomici in collaborazione con Coldiretti, Campagna Amica ed Ue.Coop

Due i concerti natalizi, il 23 dicembre alle ore 20.30 e il 24 dicembre alle ore 11.00, dedicati a “Natale in Swing”, spettacoli con cui l’Orchestra Jazz della Sardegna Laboratory, sotto la direzione di Gavino Mele, insieme al Coro della Polifonica Santa Cecilia diretto da Matteo Taras e la voce solista di Denise Gueye, chiuderanno “(to) be in Jazz” 2022, eseguendo arrangiamenti del  repertorio delle grandi orchestre di Glenn Miller, Benny Goodman, Duke Ellington, Count Basie, e riservando al pubblico alcune sorprese in tema con le festività di Natale.
In coda al concerto del 24 dicembre, come di consueto a cura del Museo del Vino di Berchidda, in collaborazione con Coldiretti, Campagna Amica, Ue.Coop e Strada del Vermentino di Gallura, saranno presentati i vini della Cantina del Vermentino di Monti ed assaggi della cucina della Tenuta Li Lioni.

Il costo del biglietto per il singolo concerto è di € 10,00, l’abbonamento ai quattro concerti costa € 30,00. I biglietti saranno disponibili in prevendita presso il Teatro Verdi di Sassari, via Politeama, dal lunedi al venerdì  dalle 17.00 alle 20.00.
La prenotazione può avvenire anche online, sulle pagine dei singoli eventi in questo sito, oppure cliccando su questo link

Per ulteriori dettagli visita i singoli eventi o la pagina dedicata a (to) be in jazz 2022